<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=2156928307866245&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Sterilità secondaria. Dopo Mia, nessuna speranza di avere un secondo figlio

Sterilità secondaria. Dopo Mia, nessuna speranza di avere un secondo figlio

Tanti anni fa, una signora che conoscevo appena ma che aveva un modo di fare molto materno, mi chiese cosa desiderassi dalla vita? Eravamo ai giardini con i rispettivi cani e senza un attimo di esitazione risposi con il sorriso sulle labbra alla sua domanda: “Un figlio! Un bambino tutto mio da abbracciare, da coccolare, da baciare, da crescere!”. Avevo venti anni appena e troppe aspettative per il futuro. “Un bambino?”, esclamò lei, fissandomi intensamente. “Ma sei così giovane, così bella. Pensa alla tua gioventù, goditela finché puoi, perché i figli arriveranno anche più tardi se veramente li vorrai!”.

Meditai intensamente sulle parole di quella dolce sconosciuta, dai modi garbati. Ma, alla fine, ho fatto di testa mia e insieme al mio compagno abbiamo cominciato a progettare di avare un figlio tutto nostro. Sono passati pochi mesi e già ero incinta di Mia. Una bambola dai capelli corvini e dagli occhi azzurri, da tenere stretta al mio cuore, da spupazzare. Una parte di me, con la quale condividere ogni istante delle mie giornate. Il regalo più bello della mia giovinezza, ma il desiderio era di allargare ulteriormente famiglia e dare alla mia bimba un fratellino o una sorellina. Decidemmo di aspettare.

thinking_BLOG.png

Sono passati anni, almeno dieci, e Martina - la mamma di Mia, che oggi ha trent’anni ed è ancora nel pieno della sua fertilità - non è più riuscita ad avere bambini. La diagnosi di sterilità secondaria è caduta come un macigno nella sua testa, mentre lei pensava di poter diventare mamma bis appena lo avesse desiderato. Ma il destino, spesso, segue strade diverse, calpestando desideri e infrangendo sogni.

Martina, ci perdoni, cosa significa sentirsi dire “lei è sterile” dopo aver già concepito una prima volta?

“E’ un po’ come sentirsi diagnosticare una malattia grave, dalla quale non si guarirà mai. In tutta onestà, credevo di essere sana e di poter diventare nuovamente madre solo decidendolo”.

Invece no. Ma il verdetto crudele dopo quanti controlli medici è arrivato?

“In un primo momento mi hanno sottoposta ad analisi e controlli di routine, poi il mio ginecologo ha richiesto esami specifici sia per me sia per il mio compagno. Ma il problema, ora è chiaro, sono io. La mia sterilità è dovuta alle aderenze legate al primo parto”.

Aderenze che le hanno portato l’infertilità?

“Proprio così. A volte l’infertilità secondaria si presenta dopo un parto cesareo. Com’è successo a me. Mia è nata con taglio cesareo dopo ore di sofferto travaglio. E l’intervento, seppur apparentemente riuscito, ha causato la comparsa di aderenze intorno alle tube e alle ovaie”. (La stessa situazione può essere causata da un raschiamento, eseguito dopo un aborto spontaneo o volontario che abbia causato infezioni uterine e tubariche. In questi casi, anche un’isteroscopia può essere utile proprio per verificare l’integrità della cavità uterina da aderenze, infiammazioni o anche polipi. Talvolta può anche instaurarsi il malfunzionamento di organi come la tiroide).

Non c’è la possibilità di rimuovere queste aderenze?

“Il mio ginecologo sta valutando ogni strada percorribile, ma non è facile. Mi ha già avvisato che Mia potrebbe rimanere la mia unica figlia. Ma non mi sono ancora rassegnata all’idea”.

Sicuramente avere già un figlio è comunque una fortuna, rispetto a chi non ne ha mai avuti e non ne potrà mai avere?

“Certamente, anche se non le nascondo che il dolore è comunque immenso. Ci si sente in ogni caso donne a metà!”.

Ha mai pensato di valutare anche strade “naturali” per arrivare al concepimento?

“Ho letto il vostro blog (quello di I-VITAE) e sto meditando di provare a seguire anche questo percorso, magari anche il sistema immunitario è coinvolto in questa mia infertilità”.

 

Federica Cappelletti
Giornalista Medico Scientifica
Editor in Chief

 

Topics: Infertilità Gravidanza naturale Innovitas Vitae Subfertilità Fertilità Sistema Immunitario Prevenzione Essere donne Essere madri Gravidanza Sindrome premestruale Mestruazioni Natura sterilità secondaria