<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=2156928307866245&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Sole: possibile alleato per chi cerca una gravidanza

Sole, alleato estivo per chi cerca una gravidanza

Estate, tempo di mare, di spiaggia, di tintarella e di gravidanza. Oltre al relax della vacanza che allenta la tensione quotidiana, abbatte lo stress e aiuta a rimanere incinte, anche il sole, infatti, può diventare un buon alleato per le donne che desiderano un figlio.

Se state provando ad avere un bambino in maniera naturale, insomma, l’estate potrebbe rivelarsi la stagione ideale per mettere in cantiere un bebè. Sicuramente, dati alla mano, è il periodo dell’anno che viene più incontro all’attività riproduttiva.

il sole fa bene alla fertilità

Melatonina e ciclo riproduttivo.

Fertilità e tintarella, un connubio perfetto”. È quanto emerge da un recente studio condotto in Belgio, all’University Hospital Ghent’s Centre for Reproductive Medicine, in base al quale l’esposizione ai raggi del sole aumenterebbe di oltre un 35% le possibilità di concepire naturalmente. Un ruolo chiave viene attribuito alla melatonina, che viene stimolata dalla luce del sole, influenzando il ciclo riproduttivo.

Per gli esperti, quindi, non bisogna inoltre trascurare la funzione della vitamina D, che si attiva proprio con il sole e che, in base ad altri studi di settore, si ipotizza sia in grado di influenzare la qualità degli ovociti.

La tintarella aumenta la fecondità nella donna e nell’uomo

La relazione tra sole e fertilità delle donne è un dato di fatto. La tintarella fa la differenza e i numeri delle gravidanze che iniziano nel periodo compreso tra giugno, luglio e agosto ne sono una conferma. Insomma, se avete in progetto di avere un bambino ma i tentativi sono stati finora vani, via libera in queste settimane alla tintarella e ai rapporti liberi con il vostro partner. Diverse ricerche confermano questa teoria dell’estate fertile, promovendo luglio e agosto come periodi nei quali la capacità riproduttiva, sia nella donna sia nell’uomo, è maggiore.

Cibi freschi e movimento fanno bene

Anche gli alimenti freschi e il movimento all’aria aperta, tipici di questo periodo estivo, favoriscono il concepimento. Camminare almeno mezz’ora al giorno è sufficiente per stare in forma.

La sedentarietà, come il sovrappeso, infatti, sono fattori che influiscono sulla capacità fertile.

Lo dicono anche gli esperti

"L’estate è un toccasana per le donne in cerca di un figlio, perché la vitamina D trasmessa dal sole, unita all'alimentazione con prodotti freschi e un maggior movimento, aiutano a preservare e potenziare la propria salute riproduttiva", spiegano gli esperti. Che aggiungono: "L'estate associa una serie di fattori che rappresentano la base delle buone abitudini per difendere la fertilità: cibi freschi, movimento, attività fisica, consumo ridotto di alcol e di fumo, che servono a preservare la propria salute riproduttiva".

Diversi studi internazionali hanno invece analizzato la relazione tra vitamina D e fertilità, sia femminile sia maschile. Risultato: nelle donne è stata riscontrata una correlazione tra la carenza di questa vitamina e un ampio spettro di disturbi ginecologici. Inoltre, un articolo già pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, spiega che le donne con livelli sufficienti di vitamina D hanno maggiore probabilità di produrre embrioni di alta qualità e, quindi, maggiore probabilità di rimanere incinta rispetto alle donne carenti di vitamina D.

Uomini e sperma

Negli uomini, piuttosto, i diversi studi hanno associato "la vitamina D alla qualità dello sperma". Del resto, per gli spermatozoi è stata individuata una certa stagionalità: secondo uno studio pubblicato sulla rivista Chronobiology International che ha analizzato 5mila uomini con problemi di infertilità, "nei mesi estivi è stata registrata una motilità superiore (quasi doppia rispetto all'inverno), quindi una maggiore capacità fertile".

Sole sì, ma proteggendo la pelle

Anche se il sole fa bene ai tentativi di gravidanza, la pelle va sempre protetta dai raggi solari con creme apposite. Anche in questo caso gli esperti sono categorici e impongono delle regole: evitare di esporsi nelle ore più calde della giornata, cospargersi di creme ad alta protezione, alternare bagni di sole a docce fredde o bagni in mare. Controllare i nei.

Conclusioni

Prendere il sole, rilassarsi in riva al mare, mangiare cibi freschi e fare movimento sono gli ingredienti giusti per chi ha il sogno di diventare genitore. Ma donne e uomini devono prestare particolare attenzione alla Vitamina D, responsabile della salute di ovociti e spermatozoi ma anche del futuro feto. Controllarsi è un dovere, insomma, se si desidera una gravidanza che vada a buon fine. Anche la melatonina, stimolata dal sole, influenza positivamente il ciclo riproduttivo. Quindi ben venga il sole, stando sempre attente a proteggere la pelle con creme e filtri solari.

Federica Cappelletti
Giornalista Medico Scientifica
Editor in Chief

Topics: Infertilità Gravidanza naturale Innovitas Vitae Subfertilità Fertilità Estate e gravidanza Sole e fertilità