<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=2156928307866245&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Piastrinopenia autoimmune e gravidanza a rischio

Piastrinopenia autoimmune e gravidanza a rischio

Oggi pubblichiamo la storia di Clara, giovane donna da due anni alla ricerca del suo primo bambino. Un percorso reso difficile da una malattia poco conosciuta e molto subdola, la piastrinopenia autoimmune, detta anche porpora trombocitopenica idiopatica (ITP): si verifica in 1-2 gravidanze su 1000 e rappresenta circa il 5% delle cause di piastrinopenia in gravidanza. E’ caratterizzata dalla produzione, da parte del nostro organismo, di anticorpi diretti contro le piastrine. Tali autoanticorpi aderiscono alla superficie delle piastrine e ne aumentano la distruzione a livello della milza. Ma Clara vuole diventare madre e ha scelto di lottare per il suo prezioso obiettivo.

mel_BLOG

Clara, come ti sei accorta di essere affetta da questa malattia?

“In maniera casuale, nel corso dei controlli ematochimici di routine. Ma non avevo sintomi. Questa malattia, infatti, è solitamente asintomatica e si manifesta, con ecchimosi e piccole macchie rosse sulla pelle, solo quando il calo di piastrine è pesante. Pensandoci bene, avevo qualche piccolo sanguinolento da naso e gengive”.

Per arrivare alla diagnosi i medici hanno dovuto escludere altre possibili cause di piastrinopenia?

“Certamente, i medici che mi hanno preso in cura hanno dovuto escludere la presenza di malattie epatiche, di infezioni virali, di lupus eritematoso sistemico, ma anche indagare sull’assunzione di farmaci, sull’abuso di alcol e sulla possibilità che avessi neoplasie. Poi hanno individuato la causa reale”.

Una piastrinopenia moderata nel corso del secondo-terzo trimestre di gravidanza può essere compatibile con una piastrinopenia fisiologica della gravidanza. Ma indica che c’è qualcosa che non funziona nel proprio corpo della donna, in condizioni normali…

“Nel mio caso indicava proprio una riduzione delle piastrine circolanti, fino a livelli inferiori alle 100.000/uL. Ciò, complicava, e non di poco, la mia ricerca di concepimento. Per questo, mi sto ancora curando. L’obiettivo è di arrivare a un condizione buona di salute e provare a diventare madre”.

Che tipo di percorso stai seguendo?

“La gestione della piastrinopenia autoimmune in previsione di una gravidanza richiede la collaborazione del ginecologo e dell’ematologo, al fine di monitorare i livelli delle piastrine. Impegno che, una vota rimasta incinta, andrebbe necessariamente intensificato nel corso del terzo trimestre di gravidanza, in quanto in tale periodo vi può essere un’ulteriore riduzione. La terapia mira a garantire alla madre dei livelli di piastrine adeguati per affrontare il parto e le procedure correlate”.

Che terapia è prevista?

“La terapia prevede l’utilizzo di cortisone a dosaggi variabili, talvolta associato alla somministrazione di immunoglobuline endovenosa ad alte dosi. Una volta ripristinati i normali valori piastrinici, la terapia steroidea deve essere ridotta con gradualità, per il rischio di recidive di piastrinopenia. Durante la gravidanza, nel caso dovesse arrivare, occorre fare attenzione ai potenziali effetti collaterali del cortisone e dei medicinali assunti (ad esempio aumentato rischio di diabete gestazionale, ipertensione, osteoporosi, aumento di peso ecc). Le immunoglobuline per via endovenosa hanno una risposta più rapida e minori effetti collaterali, tuttavia spesso danno una risposta poco duratura”.

La piastrinopenia autoimmune può essere una problematica complessa nel corso della gravidanza e, seppur non frequentemente, può comportare un calo dei livelli di piastrine anche a livello fetale o neonatale…

“E’ una probabilità che mi è stata prospettata, ma voglio provare lo stesso a realizzare il mio sogno di essere madre… A costo di affrontare problemi e scalare montagne… ”.

 

Federica Cappelletti
Giornalista Medico Scientifica
Editor in Chief

 

Topics: Infertilità Gravidanza naturale Innovitas Vitae Subfertilità Fertilità Sistema Immunitario Prevenzione Essere donne Essere madri Gravidanza Sindrome premestruale Mestruazioni Natura sterilità secondaria piastrinopenia autoimmune