<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=2156928307866245&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

La cura naturale della fertilità

La cura naturale della fertilità

A richiesta di una delle nostre gentili amiche, che ci segue da tempo e che fa oramai parte della grande famiglia di I-VITAE, voglio (vogliamo) affrontare un tema molto delicato e al più delle donne caro: quello della cura della fertilità, quando la fertilità è ridotta o difficile da perseguire o non funziona come dovrebbe. E voglio (vogliamo) anche lanciare un sondaggio per venire incontro alle richieste e alle necessità di ognuna di voi, perché scrivo e tratto la materia della salute da più di venti anni e so di cosa parliamo e perché ho trovato in I-VITAE una realtà autentica – con un team serio e altamente professionale e specializzato - nella quale molte donne con problemi di fertilità, ma anche quelle che sono appassionate di questi argomenti legati all’affascinate universo della fisiopatologia della riproduzione, si possono confrontare. Trovando, in qualsiasi momento, un valido aiuto. Basta un clic, basta una telefonata. 24 ore su 24, un filo diretto con voi.

Il nostro obiettivo, insomma, è quello di essere onestamente e concretamente di aiuto alle coppie che intendono diventare genitori in maniera naturale, seguendo il proprio corpo, rispettandolo, ascoltandolo e facendosi trasportare dalle sensazioni che ci trasferisce, evitando quegli approcci farmacologici troppo spesso invasivi e/o quei preparati chimici che pian piano potrebbero causare danni, anche irreparabili, al fisico della donna e magari anche dell’uomo.

Federica è qui per ascoltarti

La nostra idea è di invitare donne e uomini a segnalarci un tema da approfondire, anche e soprattutto con il supporto dei nostri esperti e di altri esperti dei quali possiamo di volta in volta avvalerci.

Dicci quello che preferisci sapere e scriveremo per te. Scrivici senza timori, senza la paura di raccontarti. Sono una donna, sono una mamma, scrivo da sempre di medicina. Ci metto la conoscenza ma anche il cuore e il mio vissuto di donna e di mamma. Voglio starvi vicina, coccolarvi un po’, aiutarvi con competenza e affidabilità.

Questo blog nasce dalla voglia di starti e starvi accanto, di trovare una soluzione alle vostre problematiche, a quei tarli che vi tolgono il sonno di notte e che non vi fanno vivere con serenità le vostre giornate. Qualunque indicazione sarà fondamentale, noi ci saremo e vi accompagneremo nel cammino della riproduzione. Un cammino a volte tortuoso, ma insieme cercheremo la via migliore per arrivare all’obiettivo: un bambino da stringere fra le braccia e amare.

Io ci sono, 24 ore su 24, per voi.
Scrivetemi sul blog o scrivete a Francesca all'indirizzo piazza@i-vitae.co. Noi ci siamo e lavoriamo per voi.

Quello che mi sento di scrivere di getto, è che prima di mettere in cantiere di programmare una gravidanza bisogna necessariamente controllare quella misteriosa macchina che è il nostro corpo. Fare analisi, capire se tutto funziona alla perfezione. Questo, al fine di raggiungere la gravidanza sperata ma anche per il bene di sé stesse e del proprio (futuro) bambino.

Prima di arrivare ai temibili bombardamenti ormonali - che spesso non vanno a buon fine, uccidono la fertilità e causano nel tempo problemi anche più seri come tumori e via dicendo – o alle inseminazioni a go go (altra pratica oramai fin troppo abusata), bisognerebbe darsi delle chance naturali. Avendo la pazienza di aspettare. Cercando di capire, per esempio, se il nostro sistema immunitario è sano o danneggiato (leggi uno degli ultimi articoli nel blog di I-VITAE). Se può sostenere una gravidanza o se ha bisogno di essere sostenuto, riequilibrato, potenziato. Ma anche controllando i propri organi della riproduzione, leggendo il proprio corpo come un meraviglioso libro da scoprire, pagina dopo pagina.

I NOSTRI VALORI, LA NOSTRA ETICA

Oltre alla nostra disponibilità, ai nostri servizi, alla nostra provata professionalità (in tutti i settori) il team di I-VITAE ha stilato un codice etico, al quale facciamo sempre riferimento, per tutelare la donna, la coppia, la loro integrità morale e spirituale, la loro privacy ma anche per evitare e prevenire trattamenti inefficaci. Il nostro obiettivo è cercare di esaudire il desiderio di diventare genitori, ma per fare questo non creiamo illusioni e soprattutto non calpestiamo mai le persone e la loro dignità. Per questo, la nostra attività quotidiana è imperniata su alcuni principi fondamentali:

  1. Il rispetto per le donne e per le loro opinioni;
  2. La garanzia di massima riservatezza e segretezza circa qualsiasi informazione che trattiamo;
  3. Un equo accesso ai nostri servizi, anche per le coppie che si trovano in difficili condizioni economiche; attraverso un programma no profit in cui forniamo accesso alla nostra offerta a costo zero o agevolato;
  4. Un approccio laico per fornire, con la stessa passione e lo stesso impegno, un valido supporto a tutte le donne che cercano una gravidanza, indipendentemente dal loro status sociale, religione, pensiero politico o altra discriminante;
  5. Un uso della tecnologia user-friendly nel rispetto del diritto delle donne di ottenere ogni informazione utile per prendere coscientemente le proprie decisioni;
  6. Un comportamento trasparente in ogni confronto, per assicurare sempre il miglior supporto scientifico alle argomentazioni da trattare, con risposte chiare ed esaustive nel massimo rispetto del diritto e della facoltà di assumere decisioni che riguardano anche la salute.

Tutto questo è I-VITAE. E non è uno slogan, ma una realtà fatta di persone che lavorano con competenza e dedizione, ma soprattutto con rispetto e credibilità. Le donne che ci seguono da tempo lo sanno e possono confermarlo. Per questo ci piace dare anche informazioni che possano essere utili a prescindere da noi e dalla nostra realtà. Il nostro desiderio è comunque di fidelizzare con tutte le donne che hanno anche solo bisogno di un consiglio, di un appoggio, di un consulto. Noi ci siamo e vi aspettiamo. Una dopo l’altra. Insieme, per vincere la sfida più bella della vita. Per questo, da donna, mi sento di dirvi che prevenire è il primo passo verso la salute.

Prevenire, prima che curare.

La fertilità va curata, ma va anche tutelata e preservata sin dall’infanzia. Non tutti sanno infatti che banali infezioni contratte in infanzia e giovane età, se trascurate, possono compromettere la riproduzione e portare conseguenze negative (e a lungo termine rendere difficile) sul processo di concepimento.

Il fumo, l’obesità o l’eccessiva magrezza, diverse sostanze ambientali (allergeni, metalli, tossine, distruttori endocrini ecc. ecc.), la sedentarietà e perfino l’eccessiva attività fisica sono alcuni tra i principali fattori di rischio modificabili, capaci di influenzare la salute sessuale e riproduttiva di un individuo.

Inoltre, ogni donna nasce con un numero predefinito di cellule uovo (la cosiddetta riserva ovarica) che, con il passare degli anni, si riduce fino ad esaurimento. Tale processo risulta poi notevolmente accelerato quando il nostro organismo è in forte stato ossidativo o infiammatorio. Per questo motivo la fertilità delle donne diminuisce a partire dai 30 anni, con un calo significativo già dopo i 35. Anche per questo, è bene pianificare le gravidanze quando si è giovani. O, comunque, farsi controllare a dovere da un eserto e capire come si può aiutare il proprio corpo con ritrovati naturali. Senza, appunto, sconvolgere il proprio organismo e il suo funzionamento.

Infertilità, a volta basta aspettare.

Dati alla mano, una coppia che dopo un anno di rapporti regolari - non protetti - non riesce a concepire è solitamente considerata infertile. Non bisogna dimenticare, però, che una non trascurabile percentuale di coppie riesce ad avere un figlio dopo due anni di tentativi, per cui molti preferiscono parlare di infertilità dopo 24 mesi (secondo i criteri della Organizzazione Mondiale della Sanità). Complessivamente, l’infertilità riguarda circa il 15% delle coppie. Tuttavia, per circa il 40% di esse le cause rimangono ancora oggi sconosciute. In generale, le cause dell’infertilità note, sono numerose e di diversa natura. Per alcune di esse si può intervenire con diagnosi tempestive, terapie adeguate e non aggressive, ma anche soprattutto con la prevenzione e l’informazione (dati del Ministero della Salute).

Molteplici cause e possibili rimedi.

L'infertilità ha molteplici cause e può dipendere sia dalla donna che dall’uomo, anche se gli studi indicano una maggiore predisposizione nel sesso femminile. E può essere assoluta o relativa. Gli stati emotivi e mentali negativi, le preoccupazioni o il lavoro eccessivo e stressante possono per esempio provocare una condizione di infertilità temporanea. Ma anche un'alimentazione scorretta, una carenza vitaminica o la mancanza di vitamine (in particolare la D, quelle del gruppo tipo A, B ed la E), le intossicazioni croniche, il fumo, l'abuso di alcol, alcuni farmaci forti, l'obesità, il diabete, l'alterazione di ghiandole interne e la l’insonnia sono fattori responsabili dell'infertilità (temporanea o relativa). Per non parlare, mi ripeto, del sistema immunitario. Responsabile, tra le altre cose, del maggior numero di malattie che affliggono l’uomo moderno, le cosiddette patologie auto o disimmuni. Capire cosa non funziona, è basilare per arrivare alla cura e preparare il terreno per la gravidanza. Nei casi di infertilità assoluta, piuttosto, sarà il vostro medico e ginecologo a consigliarvi la via migliore per provare a diventare madri, padri e genitori.

Vademecum per chi è in cerca di una gravidanza.

  1. Come prima cosa, consulta il tuo medico specialista quanto prima per sapere quali sono le potenziali cause della tua infertilità. Presentati all'appuntamento con il tuo partner, per capire chi dei due presenta questa difficoltà.
  2. Impara a conoscere il tuo ciclo ovulatorio, ovvero a determinare i giorni di massima fertilità, che non sono più di 4/5 per ogni ciclo mestruale (guarda anche nei precedenti articoli del blog o chiedi a noi come fare).
  3. Concentra i rapporti sessuali con il partner nel periodo dell'ovulazione, ripetuti per diversi giorni.
  4. Prova a distrarti, rilassati ed evita preoccupazioni e stress.
  5. Cerca di alleggerire un po' il carico di lavoro, soprattutto nei giorni dell’ovulazione.
  6. Fai lunghe passeggiate all’aria aperta, muoviti. Fai attività fisica leggera.
  7. Se hai un'infiammazione all'utero, applica un impacco di acqua fredda sul ventre: così riuscirai a combattere l'infiammazione di utero, ovuli e/o tube. Se invece hai dolori acuti, applica un impacco caldo di camomilla, che farà da calmante.
  8. Elimina i fattori che possano contribuire all'infertilità, come obesità, fumo, alcol, .
  9. Segui un'alimentazione sana, se vegetariana che includa latte e uova, comprendendo frutta fresca di stagione e verdure crude.
  10. Fai si che nella dieta abbondino le vitamine, in particolare la A, B ed E. La vitamina più efficace è la E (puoi trovarla in alimenti come frumento integrale, germe di grano, fiocchi di avena, spinaci, bietole, lattuga, indivia e denti di leone).
  11. Non farti mancare i frullati di ortaggi crudi come sedano, lattuga, verza, carota e barbabietola rossa.
  12. Bandisci il tabacco e il caffè: sono sostanze che incidono sullo stato nervoso e psichico.
  13. Concediti un bagno rigenerante una o due volte al giorno: uno di mattina appena sveglie e a digiuno, e l'altro, se puoi, un'ora prima di cena. Ogni bagno deve avere una durata di cinque minuti.
  14. Prendi il sole ma in maniera graduale. Questo accorgimento aiuta inoltre alla naturale produzione della Vitamina D fattore determinante per la medicina riproduttiva (leggi uno degli ultimi articoli del blog di I-VITAE).

Nei prossimi articoli, affronteremo la cura della fertilità anche dal punto di vista medico, sia nella donna sia nell’uomo.

Seguitemi, seguiteci. E, soprattutto, inviateci le vostre proposte e facciamo questo percorso verso la gravidanza insieme. Conosciamoci, confrontiamoci, aiutiamoci a vicenda.

Il vostro successo (quello di diventare mamme, padri e genitori) è il nostro successo.

Grazie, Federica.

Federica Cappelletti
Giornalista Medico Scientifica
Editor in Chief

Topics: Infertilità Gravidanza naturale Innovitas Vitae Subfertilità Fertilità La vostra opinione La nostra etica La nostra filosofia Prevenzione