<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=2156928307866245&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Dieta vegana e rischi in gravidanza

Dieta vegana e rischi in gravidanza

Flavia, 27 anni, da sei è vegana. Non mangia più carne per scelta, dopo aver visto mille servizi mandati in onda dalla televisione, o pubblicati dai giornali, sulla qualità di “certi” allevamenti di bestiame (“sicuramente si riferivano più agli allevamenti all’estero che italiani, ma chi mi dà la certezza della provenienza? Posso fidarmi ciecamente delle etichette del supermercato?”). Insieme alle carni, rosse e bianche, la ragazza ha quindi eliminato da un giorno all’altro uova, formaggi, salumi, latticini e tutto quello che deriva dal mondo animale. Pesce compreso. “Ho perso peso a vista d’occhio. Purtroppo, però, adesso che sono in cerca di un bambino, il mio medico di famiglia, supportato dal mio ginecologo, mi ha messo ai ferri corti, chiedendomi di tornare nei miei passi e fare una scelta da entrambi ritenuta “più salutare” per mio figlio.

mel_BLOG

Flavia, cosa significa per te questo out-out?

“Se posso essere sincera, mi ha messo veramente in crisi. Anni fa ho fatto una scelta ragionata, perché ero veramente convinta di voler mangiare solo verdura e prodotti sani della terra. Basta carne, basta uova, basta latte e formaggi, ma nemmeno yogurt. Mi viene il mal di pancia solo a pensare di reinserirli nel mio quotidiano”.

Ma una dieta vegana in gravidanza, tu lo sai, potrebbe danneggiare in modo permanente l’apparato neurologico del feto…

“Questo mi hanno detto sia il medico generalista sia il ginecologo, ma vorrei avere maggiori certezze sulla veridicità di questa teoria e capire se esiste una scappatoia… sono veramente frastornata”.

L’allarme arriva dagli esperti dell’ospedale Mayer di Firenze e Bambino Gesù di Roma: alla base del problema c’è il deficit di vitamina B12 che durante la gestazione può danneggiare il sistema nervoso del neonato.

“Può, ma non è detto. Certamente, continuare a indugiare su una scelta che potrebbe compromettere la salute del mio bambino mi fa già venire i sensi di colpa… ma ricambiare alimentazione, dopo anni di scelta convinta e felice convivenza, non è affatto semplice”.

Secondo i medici, che parlano sulla base di una casistica concreta, i regimi alimentari della madre possono essere tra i motivi della mancanza nell’organismo di questa importante vitamina. Con tutti i problemi che ne conseguono…

“Per ora, visto che sono nella fase di ricerca della gravidanza, proverò a reinserire moderatamente qualche alimento. Al limite solo pesce, poi vedremo strada facendo. Sicuramente assumerò per bocca qualche integratore”.

Credo si già un buon inizio.

“Sicuramente sì. Per quanto mi riguarda, è come chiedere a una persona di cambiare sesso!”.

Gli esperti hanno chiesto ai mezzi di informazione di mettere in evidenza la pericolosità di una dieta vegetariana o vegana in gravidanza. Per questo, noi di I-VITAE lo stiamo facendo attraverso questa intervista.

“Avere una corretta informazione, aiuta a capire la strada da prendere. Succede anche nei casi impossibili come il mio…. Quindi, grazie!”.

Parlavamo di integratori. Le madri carenti di questa vitamina nella loro alimentazione dovrebbero quantomeno assumerne durante la gravidanza e l’allattamento, perché i loro figli sono gravemente a rischio di malattia.

“Per questo, ho deciso che gli integratori saranno un mio pasto quotidiano. Sempre, nelle dosi consigliate! Sono una vegana convinta, ma in questi casi è giusto fare un piccolo passo indietro… ”.

Lo stesso input “salvabambini” arriva dall'Osservatorio malattie rare, puntando il dito contro le possibili conseguenze della dieta vegana: ”Trattandosi di una malattia molto grave, ma in molti casi anche facilmente evitabile, fare corretta informazione diventa un dovere etico che spetta a medici, media e istituzioni: una campagna di informazione seria e condivisa potrebbe salvare molte vite”.

“Ne sono oramai consapevole! Farò tesoro di questa nostra conversazione. Grazie a I-Vitae per avermi dato consigli preziosi e salutari. Come potenziale mamma ho già deciso di mettere la retromarcia. Poi, magari, tornerò sui miei passi e sceglierò ancora di essere vegana al 100 per cento”.

 

Federica Cappelletti
Giornalista Medico Scientifica
Editor in Chief

 

Topics: Infertilità Gravidanza naturale Innovitas Vitae Subfertilità Fertilità Sistema Immunitario Prevenzione Essere donne Essere madri Gravidanza Sindrome premestruale Mestruazioni Natura sterilità secondaria dieta vegana